Martello. Avvocati, Tribunale

Il decreto ingiuntivo (Giudice di Pace di Ferrara, Bologna e Rovigo; Tribunale di Ferrara, Bologna e Rovigo)

 

Decreto ingiuntivo Giudice di Pace

Un decreto ingiuntivo emesso dal Giudice di Pace di Ferrara

Il decreto ingiuntivo è il provvedimento attraverso il quale il giudice competente ingiunge al debitore di adempiere l’obbligazione (pagare una determinata somma o consegnare una determinata quantità di cose, ecc.), entro il termine di quaranta giorni dalla notifica dello stesso.

Il decreto ingiuntivo rappresenta l’atto conclusivo della prima fase di un procedimento speciale (procedimento di ingiunzione) introdotto con ricorso. Il procedimento di ingiunzione è più veloce rispetto a quello ordinario.

Si possono avvalere di tale proceduta coloro che sono titolari di un diritto di credito avente ad oggetto:

  • una somma di denaro liquida (determinata nel suo ammontare);
  • una determinata quantità di cose fungibili;
  • la consegna di una cosa mobile determinata.

Il credito deve essere fondato su prova scritta (sono idonee prove scritte ad esempio le fatture e le promesse di pagamento provenienti dal debitore).

L’autorità giudicante competente è il Giudice di Pace (sotto i 5.000,00 Euro) o, in composizione monocratica, il Tribunale che sarebbe competente per la domanda proposta in via ordinaria. A Ferrara il Giudice di Pace e il Tribunale si trovano all’interno del Palazzo di Giustizia in via Borgo dei Leoni n. 60-62.

Il decreto ingiuntivo diviene inefficace qualora la notificazione non sia stata effettuata nel termine di 60 giorni dalla pronuncia.

Il destinatario di un decreto ingiuntivo può proporre opposizione nel termine previsto dallo stesso decreto, di norma entro 40 giorni dalla notifica.

Se non è stata fatta opposizione nel termine stabilito, oppure l’opponente non si è costituito, il giudice che ha pronunciato il decreto, su istanza anche verbale del ricorrente, pronuncia l’esecutività del decreto.

Qualora sia stata fatta opposizione non fondata su prova scritta o su prove che possono essere acquisite nella stessa udienza, senza necessità di fissare ulteriore udienza istruttoria, il giudice può concedere la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo.

Il giudice deve concedere la provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo se la parte che l’ha chiesta offre cauzione  per l’ammontare di eventuali restituzioni, spese e danni.

L’avvocato Daniele Aliprandi del Foro di Ferrara offre assistenza e consulenza in materia di recupero crediti a Ferrara, Bologna e Rovigo vedi voce “Servizio recupero crediti a Ferrara, Bologna e Rovigo“.