Tutela legale e consulenza legale a Ferrara, Avvocato Daniele Aliprandi

La domanda di brevetto

Come può essere depositata la domanda di brevetto ?

Il deposito può essere effettuato on line, presso una qualsiasi Camera di Commercio o direttamente all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

Come deve essere redatta la descrizione della domanda di brevetto?

La descrizione deve:

a) specificare il campo della tecnica a cui l’invenzione fa riferimento;

b) indicare lo stato della tecnica preesistente, per quanto a conoscenza dell’inventore, che sia utile alla comprensione dell’invenzione ed all’effettuazione della ricerca, fornendo eventualmente i riferimenti a documenti specifici;

c) esporre l’invenzione in modo tale che il problema tecnico e la soluzione proposta possano essere compresi, nonché stabilire gli effetti vantaggiosi che l’invenzione introduce rispetto allo stato della tecnica preesistente;

d) descrivere brevemente gli eventuali disegni;

e) descrivere in dettaglio almeno un modo di attuazione dell’invenzione, fornendo esempi appropriati e facendo riferimento ai disegni, laddove questi siano presenti;

f) indicare esplicitamente, se ciò non risulti già ovvio dalla descrizione o dalla natura dell’invenzione, il modo in cui l’invenzione può essere utilizzata in ambito industriale.

Come deve essere redatte le  rivendicazioni della domanda di brevetto?

Le rivendicazioni definiscono le caratteristiche specifiche dell’invenzione per le quali si chiede protezione. Devono essere chiare, concise, trovare completo supporto nella descrizione ed essere redatte in un documento separato secondo le seguenti formalità:

a) il numero delle rivendicazioni deve essere ragionevole rispetto alla natura dell’invenzione;

b) le rivendicazioni devono essere indicate con numeri arabi consecutivi;

b) la caratteristica tecnica rivendicata deve essere esplicitamente descritta: il richiamo alle figure è consentito solo a scopo di maggior chiarezza;

c) le caratteristiche tecniche menzionate nelle rivendicazioni, qualora facciano riferimento ai disegni, possono essere seguite dal numero corrispondente alle parti illustrate dagli stessi fermo restando che tale riferimento non costituisce una limitazione della rivendicazione.

Come devono essere eseguiti i disegni?

I disegni, che possono essere anche eseguiti a mano, compresi in una o più tavole, devono essere numerati progressivamente ed i numeri dei disegni stessi, nonché i numeri e le lettere che ne contrassegnano le varie parti, debbono essere richiamati nella descrizione.

Non sono consentite fotografie o riproduzioni di fotografie (tranne casi particolari, ad esempio riproduzione di reticoli cristallini o tracce spettrografiche non rappresentabili altrimenti).

I disegni non devono contenere testo, tranne che nelle forme molto sintetiche laddove sia necessario alla comprensione degli stessi.

L’avvocato Daniele Aliprandi del Foro di Ferrara fornisce assistenza legale per marchi e brevetti

 

Cellulare e e-mail dell'Avvocato Daniele Aliprandi con Studio Legale a Ferrara, via del Mulinetto 39